Poco piu' che ventenne viene messo sotto contratto dalla RCA Italiana di Roma e nel 1977 vince addirittura il Cantagiro con la canzone “Un giorno d’aprile”.

S'inseriva nel solco di una tradizione che era quella dei Claudio Baglioni e dei Riccardo Cocciante, allora artisti di punta della RCA.  L'etichetta che produsse l'album di TATALO nello stesso periodo aveva cercato di lanciare altri cantautori "romantici" come Paolo Frescura o Sansanelli, quasi volesse prepararsi a un'eventuale sostituzione dei suoi artisti di punta.

Il precedente progetto “Gente Giovane 77” nello stesso disco lo accomunava con Rino Gaetano, Renato Zero, Mia Martini, Ivan Graziani ed altri grandi autori ed interpreti della scena nazionale.

Con testi del suo autore di un tempo, recentemente si č autoprodotto il cd “Storyboards One”, rimanendo libero da contratti e da edizioni musicali. Scrive spesso e volentieri musiche per altri interpreti e continua tuttora ad esibirsi a livello di festival di canzone d'autore e rassegne canore dell'area friulana.

MAURIZIO TATALO